Elegia di una presenza mancante.

Mi manchi ma resisto
trovo la noia un sentimento onesto
a volte sono triste ma mi basto
del resto ho un Io, lo sai anche tu, robusto…

Mi manchi ma traccheggio
poteva andare anche molto peggio
quello che vivo credo sia un assaggio
di quello che provò Luciano Liggio…

Mi manchi, è naturale
senza di te la vita è senza sale
ammaino malinconico le vele
esco all’aperto e prendo troppo sole…

Mi manchi, maledetta
e specialmente proprio quando annotta
e si lamenta la mia coscienza invitta
urlandomi “Lo vedi? Sei alla frutta!”…

Mi manchi e lo nascondo
salgo sul treno e subito discendo
parlo di te ma un po’ parafrasando
ma, hai visto mai, tengo il mio letto lindo…

Mi manchi, debbo dirlo?
Non sono mica il calciatore Pirlo
ti cercherò se proprio debbo farlo
arrivando se mai al Passo del Furlo…

Mi manchi come l’aria
(che ovviamente è espressione poco seria)
ma metti caso sia arrivata in Siria
ho dei problemi con la linea aerea…

Mi manchi giusto un poco
a volte urlo come un cercopiteco
altre volte mi rassicura il gioco
e resto fermo e calmo come un geco…

Mi manchi ma non tanto
dimostrar questo era mio solo intento
e forse mi è riuscito, però intanto
da sottil depressione sono avvinto…

Annunci

7 Risposte

  1. Avevo capito che c’era una pausa! invece ora dovrò prendere le ferie
    per leggere ( e cercare di capire ) il più possibile.
    Ciao

    1. Prenditela calma. Commenta quel che ti va quandio ti va e come ti va. Fai finta che codesto blog sia un giornale di cui si legge un articolo ogni 3 (o magari ogni 33). Ma siimi amica (siimi si può dire? Intanto lo dico…)

  2. Grazie per il like, totalmente immeritato perché si tratta di una poesiola goliardica e leggermente demenziale. Lo prendo come un premio alla carriera.

  3. Rapita da quel “mi manchi, maledetta”. Piacere di aver scoperto il tuo blog 😉

    1. Eppure mi ricordi qualcuno che già conosco. Sarà un impressione. Se l’impressione è sbagliata, benvenuta sul blog. Se l’impressione è giusta, OK hai vinto tu, commenta pure senza mascherarti.

      Buon vichènd.

      1. Sono arrivata al tuo blog tramite quello dell’amico Franz ma non so chi tu sia, mi dispiace per il malinteso, ciao 🙂

        1. Wow!! Una nuova commentatrice. Vedi che quasi non volevo crederci. Sei la benvenuta a tutti gli effetti e a questo punto sono io che porgo deferenti scuse. Sei entrata in un club molto poco frequentato ma, io credo penso e spero, di qualità. Buona domenica,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Frank Iodice

«Lo scrittore è una persona vigliacca, opportunista, sacrificata al gioco continuo della forma e della trama. Un individuo destinato alla perpetua insoddisfazione.»

Flameonair's Blog

Un blog di parole, sogni, emozioni, suggestioni

La giraffa

tutto può accadere, l'importante è ricordare chi sei

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

www.paolonori.it/

Just another WordPress.com site

TESTUGGINI

Se si ritorna significa quanto meno (a) che si hanno ancora gli strumenti dinamici per trasmigrare da un punto all’altro e (b) che si possiede ancora una mappa. Ma pensandoci meglio il punto (b) può essere omesso, delle volte si ritorna per puro caso e, dopo aver detto “Ma dài…” si decide di trattenersi. Quanto a lungo non si sa.

Un roseto in via Cerreto

Se si ritorna significa quanto meno (a) che si hanno ancora gli strumenti dinamici per trasmigrare da un punto all’altro e (b) che si possiede ancora una mappa. Ma pensandoci meglio il punto (b) può essere omesso, delle volte si ritorna per puro caso e, dopo aver detto “Ma dài…” si decide di trattenersi. Quanto a lungo non si sa.

Il Blog di Beppe Grillo

Se si ritorna significa quanto meno (a) che si hanno ancora gli strumenti dinamici per trasmigrare da un punto all’altro e (b) che si possiede ancora una mappa. Ma pensandoci meglio il punto (b) può essere omesso, delle volte si ritorna per puro caso e, dopo aver detto “Ma dài…” si decide di trattenersi. Quanto a lungo non si sa.

Annamaria - liberi pensieri

Se si ritorna significa quanto meno (a) che si hanno ancora gli strumenti dinamici per trasmigrare da un punto all’altro e (b) che si possiede ancora una mappa. Ma pensandoci meglio il punto (b) può essere omesso, delle volte si ritorna per puro caso e, dopo aver detto “Ma dài…” si decide di trattenersi. Quanto a lungo non si sa.

TerryMondo

Se si ritorna significa quanto meno (a) che si hanno ancora gli strumenti dinamici per trasmigrare da un punto all’altro e (b) che si possiede ancora una mappa. Ma pensandoci meglio il punto (b) può essere omesso, delle volte si ritorna per puro caso e, dopo aver detto “Ma dài…” si decide di trattenersi. Quanto a lungo non si sa.

Rossi Orizzonti

...e navigando con le vele tese io sempre cercherò il mio orizzont

fiorinellasabbia

idee in movimento, senza rassegnazione

Franz-blog .3

(le impronte dei miei passi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: