Il mercato bovino della Prima Carica dello Stato visto dal ducato a 5 Stelle (feat. Gordon Pym).

pym

Ma ecco sorgere sul nostro cammino una figura umana dal volto velato, di proporzioni assai più grandi che ogni altro abitatore della Terra. E il colore della sua pelle era il bianco perfetto della neve. (Edgar Allan Poe, Gordon Pym)

In questi momenti succedono tante cose, ma qui preme ed urge sottolinearne innanzitutto una.

MUSSOLINI SPORTS 'THE DEVIL WEARS PRODI' SHIRT TO VOTESi percepisce una profonda, insanabile differenza fra la comunicazione parlata informale (esiste una comunicazione parlata formale, liturgica e rituale dalla quale da almeno una quindicina d’anni tu sei drasticamente escluso, in buona parte per tua libera scelta o per le prevedibili conseguenze delle tue libere scelte) e la comunicazione scritta, che ha sempre automaticamente un tasso non nullo di formalità, perché “scripta manent”.459-0-20130419_171147_3CED66B7

E allora, su questi primi tre giorni di mercato bovino delle candidature presidenziali tu e i tuoi pittoreschi amici parmigiani di nascita, di adozione o di elezione, figli di una delle città più dialettiche e cavillatrici della Via Lattea, avete detto tutto e il contrario di tutto, analizzando, vivisezionando, monitorando, accumulando indizi e sagaci deduzioni alla Sherallocco Holmes, costruendo aforismi da Flashing Flaianos in sedicesimo, parlando parlando parlando perché spesso i concetti erano un po’ così così, ma producevano un suono gradevole & rassicurante.

62021Di fronte alla pagina da riempire, invece, la polifonia che si sforza di essere eufonica (ma produce anche dissonanze alla Schoenberg non sempre volute) si ingolfa e si inceppa, e si fissa il monitor finchè il salvaschermo sostituisce alla pagina vuota una veduta prospettica di una fuga di stelle, o delle tubature in germinazione spontanea, o una foto nuda di Brigitte Bardot a seconda dei gusti.

Un candidato indecoroso è stato bruciato.

Un saporoso salume d’oltr’Enza è stato fatto flambè.10405002_small

Il candidato più prestigioso e per certi versi potenzialmente trasversale, il giovanissimo quasi ottantenne calabrocapitolino assertore di una decorosa laicità in un mondo ancora ostaggio delle ideologie resta lì, con la sua scorta di voti che in quattro votazioni ha mantenuto il suo range da un minimo di 210 a un massimo di 250.

Pur diversissimo da lui, ricorda un po’ l’outsider galantuomo Pertini (“Un partigiano come presidente”) che, dopo un rapido processo di esclusione logica, calamitò già al terzo scrutinio l’82% dei voti. Ma probabilmente, anzi pressoché sicuramente, le contingenze che portarono all’elezione di Pertini sono del tutto irripetibili al presente.

Il Pd assomiglia sempre di più alla Dc (e fin lì, non è una novità) e sempre di più alla Jugoslavia dei primissimi anni ’90 (e questo, per chiunque si senta anche solo parzialmente e indirettamente di sinistra, e magari ha votato 5 Stelle perché nel loro programma c’erano parecchie cose di sinistra in più, è inquietante).

Napolitano-depliant

Alle 10 di mattina hai altro da fare, chiudi la sessione e fai per l’appunto dell’altro fino a metà pomeriggio. Quando ti sorprende, e ti colpisce “right between the eyes”, come capita al Bungalow Bill del White Album, l’immonda notizia che quattro amici al bar hanno deciso che, piuttosto che correre il rischio che per distrazione venga eletto Rodotà, l’unica soluzione è convincere Giorgio Napolitano a ricandidarsi (tanto muore sicuramente molto prima del 2020).20130419_mussolini-boldrini

Vorresti cancellare tutto.

Ma se stanno leggendo significa che non l’hai fatto.

E emulando Edgar Allan Poe e il suo “Gordon Pym” sospendi la narrazione lasciando il finale in sospeso. Temendo che nessun incubo concepibile da mente umana possa eguagliarlo.berlusconi-bersani-inciucio-quirinale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Frank Iodice

«Lo scrittore è una persona vigliacca, opportunista, sacrificata al gioco continuo della forma e della trama. Un individuo destinato alla perpetua insoddisfazione.»

Flameonair's Blog

Un blog di parole, sogni, emozioni, suggestioni

La giraffa

tutto può accadere, l'importante è ricordare chi sei

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

www.paolonori.it/

Just another WordPress.com site

TESTUGGINI

Se si ritorna significa quanto meno (a) che si hanno ancora gli strumenti dinamici per trasmigrare da un punto all’altro e (b) che si possiede ancora una mappa. Ma pensandoci meglio il punto (b) può essere omesso, delle volte si ritorna per puro caso e, dopo aver detto “Ma dài…” si decide di trattenersi. Quanto a lungo non si sa.

Un roseto in via Cerreto

Se si ritorna significa quanto meno (a) che si hanno ancora gli strumenti dinamici per trasmigrare da un punto all’altro e (b) che si possiede ancora una mappa. Ma pensandoci meglio il punto (b) può essere omesso, delle volte si ritorna per puro caso e, dopo aver detto “Ma dài…” si decide di trattenersi. Quanto a lungo non si sa.

Il Blog di Beppe Grillo

Se si ritorna significa quanto meno (a) che si hanno ancora gli strumenti dinamici per trasmigrare da un punto all’altro e (b) che si possiede ancora una mappa. Ma pensandoci meglio il punto (b) può essere omesso, delle volte si ritorna per puro caso e, dopo aver detto “Ma dài…” si decide di trattenersi. Quanto a lungo non si sa.

Annamaria - liberi pensieri

Se si ritorna significa quanto meno (a) che si hanno ancora gli strumenti dinamici per trasmigrare da un punto all’altro e (b) che si possiede ancora una mappa. Ma pensandoci meglio il punto (b) può essere omesso, delle volte si ritorna per puro caso e, dopo aver detto “Ma dài…” si decide di trattenersi. Quanto a lungo non si sa.

TerryMondo

Se si ritorna significa quanto meno (a) che si hanno ancora gli strumenti dinamici per trasmigrare da un punto all’altro e (b) che si possiede ancora una mappa. Ma pensandoci meglio il punto (b) può essere omesso, delle volte si ritorna per puro caso e, dopo aver detto “Ma dài…” si decide di trattenersi. Quanto a lungo non si sa.

Rossi Orizzonti

...e navigando con le vele tese io sempre cercherò il mio orizzont

fiorinellasabbia

idee in movimento, senza rassegnazione

Franz-blog .3

(le impronte dei miei passi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: